Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il mercato dell’Adv online cresce del 9%

IAB Forum 2016, il più grande evento italiano dedicato al mondo della comunicazione digitale che si tiene   presso il MiCo – Milano Congressi – Ala Nord, ha presentato un mercato della pubblicità su Internet in salute per l’8° anno di seguito.

I dati dell’Osservatorio Internet Media della School of Management del Politecnico di Milano e IAB Italia confermano ancora una volta una crescita, registrando un +9% rispetto al 2015, con un aumento di 210 milioni rispetto allo scorso anno. Nell’ottica di quantificare – per la prima volta – quanto valga in Italia il Digitale dal punto di vista economico e occupazionale, IAB Italia insieme EY ha realizzato una ricerca che stima per il 2015 un indotto di 53 miliardi di euro e 220.000 persone.

La ricerca è stata presentata da Carlo Noseda, Presidente di IAB Italia, Aldo Agostinelli, Vice Presidente IAB Italia e Andrea Paliani, Mediterranean Advisory Services Leader di EY. Nel nostro Paese, l’economia digitale complessiva ha generato nel 2015 quasi 53 miliardi di euro. Tale dato è composto dalla raccolta pubblicitaria del mezzo internet, dal mercato della comunicazione digitale, dal contributo dei ricavi derivanti da altri comparti (le tecnologie che sostengono la digitalizzazione e i servizi professionali che guidano i processi di trasformazione) e dal totale e-commerce, ovvero i ricavi derivati dalla vendita online di prodotti e servizi.  Il mercato digitale vale circa 3,3% del PIL e, in termini di valore, si posiziona tra il settore del Luxury e l’Automotive.

La stima occupazionale vede circa 220 mila persone di cui 55 mila impiegate sul fronte dell’offerta, ossia in aziende che si occupano della diffusione delle soluzioni digitali, mentre 165 mila gli addetti sul fronte della domanda, ovvero impiegati in aziende che accolgono e valorizzano le tecnologie digitali. Il 59% delle aziende intervistate conta di assumere nei prossimi 6 mesi. Fondamentale risulta investire anche nelle competenze digitali delle proprie risorse.